Dieta: i consigli dell’Ayurveda

Secondo l’antica medicina indiana, l‘Ayurveda,  le particolari miscele di spezie sono rimedi molto utili  per contrastare i chili di troppo e le tossine.

In sanscrito, l’antica lingua indiana, il metabolismo è chiamato  agni (fuoco), ha sede nello stomaco e coincide con la capacità digestiva: se questa è buona il cibo si trasforma velocemente e nel corpo restano meno tossine. Per mantenere attivo il metabolismo, allora, la dieta deve ricorrere a varie miscele di spezie orientali, ideali per infusi e condimenti.

La tisana Kapha

È una miscela a base di pepe nero, cardamomo, zenzero e chiodi di garofano, che favorisce la digestione e il metabolismo ed è particolarmente  indicata per chi soffre  di aerofagia e dolori addominali.  Un infuso ayurvedico dal gusto leggermente  piccante inserito  nel menu ipocalorico a merenda, sia per contrastare  l’accumulo di scorie e tossine, sia per stimolare il metabolismo  lento in chi è in sovrappeso.

images.jpeg


Il tè allo zenzero

Questo infuso disintossica l’organismo e attiva il metabolismo, così l’Ayurveda consiglia di sorseggiarlo appena svegli e dopo cena. Per preparare un tè allo zenzero è sufficiente  far bollire due tazze di acqua per 10 minuti,  aggiungere un pizzco di radice di zenzero grattugiata al momento.

Il churna kapha

Ideale per la preparazione di primi e secondi piatti, il charma kapha è una miscela di spezie a base di zenzero, pepe nero, cannella, coriandolo e curcuma. Secondo l’Ayurveda, stimola il metabolismo e contrasta l’accumulo di tossine.

Dieta: i consigli dell’Ayurvedaultima modifica: 2013-06-10T12:11:24+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo