Colesterolo: abbassiamolo in modo dolce

Si trova normalmente nel sangue e in tutto l’organismo ed è un elemento di vitale importanza, poiché  è fra i componenti delle cellule ed è utilizzato dall’organismo  per la produzione di alcuni ormoni  e per la sintesi della vitamina D. Eppure conosciamo il colesterolo soprattutto come un nemico della salute, perché quando è troppo diventa deleterio  per i vasi sanguigni  e per il cuore. Il problema nasce generalmente da un’alimentazione sbagliata e qualche volta da una predisposizione naturale, ma i livelli di colesterolo si possono tenere sotto controllo anche in modo “dolce”, con l’aiuto di omeopatia e fitoterapia.

I rimedi dell’omeopatia Una cura omeopatica va sempre personalizzata  e prescritta da un medico omeopata in base alla costituzione  del singolo individuo e al suo stile di vita. In linea di massima, però, i due rimedi particolarmente indicati per  riequilibrare i livelli di colesterolo sono il Cholestrinum e il Lycopodium.

Il Cholesterinum, ricavato proprio dal colesterolo, è utile per abbassare i livelli  di questo grasso anche  in persone soggette alla formazione di calcoli biliari o epatici,  dati proprio dal deposito di colesterolo.

Il Lycopodium, invece, è indicato nelle insufficienze digestive, derivanti da un sovraccarico  del lavoro del fegato, condizione che può favorire  un eccesso di colesterolo nel sangue.

La strategia della fitoterapia Gli estratti vegetali in grado di aiutarci  a stabilizzare i livelli di colesterolo sono numerosi e permettono di intervenire su più fronti. Alcuni agiscono a livello generale sul fegato,  disintossicandolo e  potenziandolo, permettendogli di svolgere al meglio il proprio lavoro.

Altri, invece,  spesso in sinergia, permettono di agire proprio sulla sintesi del colesterolo endogeno, riequilibrandola, o sull’assorbimento di quello introdotto con l’alimentazione, limitandolo.

Depurare il fegato Per stimolare l’attività del fegato è utile ricorrere a piante  dall’azione depurativa su questo organo come il cardo mariano, il carciofo, il tarassaco e la bardana. Si trovano già miscelate sia sotto forma di compresse di estratto secco, sia di preparato per tisane.

Proteggere le arterie Due rimedi  vegetali molto  utili per la salute delle arterie a livello globale sono aglio e olivo: vanno presi sotto forma di tintura madre o di estratto secco in compresse: aiutano non solo a tenere sotto controllo i livelli  di grassi nel sangue, ma anche la pressione arteriosa e la glicemia.

Agire su quello “interno” Ci sono numerosi rimedi fitoterapici che agiscono in maniera più o meno diretta sui livelli di grassi nel sangue e sono particolarmente efficaci se consumati in sinergia, perché si potenziano a vicenda.

Il riso rosso fermentato si ottiene dalla fermentazione del comune riso da cucina  con un lievito rosso, il Monascus purpureus, che arricchisce il cereale di particolari sostanze, le monocline, che sembrano in grado di abbassare i livelli di colesterolo totale e i trigliceridi;

I policosanoli sono alcoli estratti dalla canna da zucchero e anch’essi agiscono sula sintesi del colesterolo, riducendo quello Ldl e i livelli di trigliceridi;

L’olio di lino e olio di borraginecome tutti gli oli vegetali sono ricchi di omega 3 e 6, riducono i livelli do colesterolo e favoriscono la fluidificazione del sangue.

5534311-lavanda-erbe-piante-con-fiori-in-un-vaso-di-peltro-con-rametto-floreale-su-sfondo-bianco.jpg


Colesterolo: abbassiamolo in modo dolceultima modifica: 2013-02-14T10:51:34+01:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo