Dimagrire mangiando la pasta

Per chi ne ha bisogno, perdere peso comporta inevitabilmente qualche rinuncia sia per la quantità sia per la qualità dei cibi. La prima regola generale impone di aumentare il numero dei pasti a 4-5 al giorno, diminuendo le quantità i cibo  e preferendo alimenti poco calorici.

Non è necessario rinunciare alla pasta e ai cereali, in genere, purché si riduca la razione (al massimo 50-80 grammi per pasto) e si condisca con poco olio, pomodoro, erbe aroamatiche, peperoncino e senza sugo con proteine animali (carne).

La carne non è indispensabile, come dimostrano le numerose persone che seguono una dieta vegetariana. Quelle rosse, però, sono ricche di ferro e sono, in ogni caso, importanti per le donne in età fertile e per chi fa sport a livello agonistico. Vero è che durante una dieta dimagrante mangiare più proteine (carne, pesce, uova, latticini e legumi) e meno cereali (pasta, riso, patate, eccetera) e, quindi seguire un regime ipocalorico, aiuta a perdere peso più velocemente.

images.jpeg

Dimagrire mangiando la pastaultima modifica: 2013-02-12T11:43:03+01:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo