Cavolfiore: l’autunno sano

Il cavolfiore appartiene alla famiglia delle crucifere, che raccoglie più di 3000 specie diverse.  Cavolfiori, cavolo verza, cavolo cappuccio rosso o verde, cavolini di Bruxelles, crauti e broccoli si sono rivelati recentemente come le più potenti  armi anticancro  e antiulcera che abbiamo a disposizione in tavola.

Di stagione Anche se si può consumare durante tutto l’anno, in autunno raggiunge  il suo punto migliore di maturazione.

Quando comprarlo I migliori esemplari sono sodi  e compatti, con foglie verdi e  dall’aspetto pulito, senza macchie marroni.

Proprietà Sono ricchi di indoli che inattivano gli agenti cancerogeni, soprattutto per i tumori  al colon e al seno. Una ricerca compiuta su 600 uomini all’università dello Utah ha messo in rilievo  che un consumo regolare  di cavoli riduce  fino al 70% il rischio di tumore al colon e la formazione di polipi  intestinali. Basta consumare cavoli una volta ogni 1-2 settimane per ridurre il rischio di quasi il 50%.

Antiulcera I cavoli contengono un’altra sostanza, il gefarnato, che ha il potere di rinforzare la mucosa dello stomaco  proteggendola dagli attacchi degli acidi;  sembra che il cavolo abbia proprietà  antibiotiche, specie verso l’Helicobacter pylori, il batterio ormai ritenuto la causa principale delle ulcere.

Come cucinarlo Si consuma bollito e condito ed è comune anche accompagnarlo  con delle salse. Gli si può aggiungere formaggio  grattugiato  e gratinarlo al forno.

Per evitare il forte odore che emana quando si cuoce, basta mettere nell’acqua dei pezzetti di pane e un po’ di aceto.

cavolfiore3.jpg


Cavolfiore: l’autunno sanoultima modifica: 2012-11-17T11:27:26+01:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo