Depurarsi con gli infusi

Ogni regime alimentare dovebbe avvalersi dell’aiuto di bevande e infusi a base di erbe mediche come menta, salvia e finocchio. Sarebbe bene privilegiare  i centrifugati depurativi a base di verdure e anche i frullati arricchiti dal latte di kefir. È un modo semplice e piacevole per contrastare l’aerofagia e l’accumulo delle tossine, ottenendo un intestino più regolare e un ventre più piatto. Se poi usiamo delle preparazioni che vengono dal lontano oriente, potremo associare i benefici degli infusi e dare un tocco di Oriente alla nostra dieta.

Il tè alla menta Come da tradizione, viene preparato in lucente teiere d’argento dal beccuccio molto lungo; l’infuso viene versato da una notevole altezza, per farlo raffreddare e, infine, servito in bicchieri di vetro lavorati. Un vero e proprio rito per una bevanda facile da preparare. Basta lasciare in infusione in una teiera mezzo cucchiaio di tè verde e una manciata di foglie fresche di menta. Dopo circa 5-6 minuti eliminare le foglie che galleggiano in superficie e servire.

 Ottimo rimedio contro i problemi della digestione, questo infuso è anche molto utile per bloccare le fermantazioni intestinali e ha notevoli virtù fortificanti, depuranti e antistress.

L’infuso di finocchio Facilita la digestione e aiuta a eliminare i gas  intestinali, un ottimo rimedio in caso di pesantezza di stomaco e gonfiore. Le sue qualità carminative, digestive e diuretiche, da sempre conosciute e apprezzate in fitoterapia, fanno di questo infuso ottenuto dai semi un efficace rimedio antigonfiore e una bevanda dal gusto esotico ideale da sorseggiare dopo o durate i pasti.

Il tè alla salvia Chiamato “meramieh” è un infuso tradizionale molto profumato che, durante il Ramadan, si sorseggia alla sera per dissetare e rinvigorire il corpo provato dall’astinenza diurna da cibo e liquidi. Questa bevanda di origine araba è un’ottima alternativa al tè tradizionale: è salutare, tonifica il corpo e la mente,  ha proprietà digestive ed è piacevole da bere a ogni ora della giornata. Per ottenere un buon infuso, si lasciano macerare le foglie di salvia in una teiera o in una tazza di acqua bollente.

Il kefir, la versione orientae dello yogurt

È una bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte fresco (di pecora, capra o vacca). I fermenti si trovano sotto forma di granuli, utilizzabili per fermentare anche altri liquidi zuccherini a base di soia, cocco o riso. Ricco di microrganismi benefici per la flora intestinale, il latte di kefir è nutriente e digeribile. Lo si trova già pronto nei negozi di alimentazione biologica, mentre i fermenti in granuli sono disponibili nelle farmacie.

img1.jpg



Depurarsi con gli infusiultima modifica: 2012-11-16T10:15:10+01:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo