Mali di stagione: curarli con l’erbolario

Le piante medicinali possono aiutarci  a ogni cambio di stagione a evitarci continue infezioni, inflluenze e raffreddori, sia a causa delle variazioni di temperatura e umidità sia perché si abbassano  le difese. Ancora di più per chi è predisposto a contrarre virus in circolazione.

Le erbe consentono infatti di non aggravare il problema  e limitare l’uso degli antibiotici.

Echinacea Ha molte proprietà ed è tra i migliori immunostimolatori.Si utilizza come polvere o estratto secco, o in tintura. Atttenzione a non prolungare il trattamento per più di 2 mesi. È particolarmente utile per prevenire e affrontare la fase iniziale dei distrurbi ricorrenti  delle vie respiratorie e l’influenza.

 Timo Contiene olio essenziale, ma anche flavonoidi  e vitamina C, utili per rinforzare il sistema immunitario. Attiva la circolazione e il sistema nervoso, per le sue proprietà antisettiche  contrasta lo sviluppo di infezioni batteriche e fungine.

Sambuco Stimola l’attività dei globuli bianchi. I frutti e i fiori sono ricchi di flavonoidi, betacaroteni e antiocianine, che hanno proprietà antivirali. È particolarmente utile per controllare la febbre, perché riduce la temperatura del corpo  ed elimina sostanze nocive per l’organismo.

Zenzero Ha proprietà antisettiche (inibisce la propagazione batterica), antinfiammatorie e analgesiche. È molto utlie per il trattamento  di sintomi respiratori  associati all’influenza, raffreddori, tosse e bronchite.

Rosa canina Contiene vitamine (soprattutto la C), bioflavonoidi, pectine e pigmenti che stimolano le difese immunitarie. Viene tollerata molto bene, il suo gradevole sapore  d’agrume la fa apprezzare da bambini, persone inappetenti o quelle che amano poco le erbe. È  particolarmente utile per  la convalescenza dalla febbre, in gravidanza e allattamento, persone inappetenti e come stimolante delle difese.

Ribes neroÈ ricco di vitamina C, è un buon antinfiammatorio naturale. Inoltre, elimina le tossine per l’azione diuretica e sudorifera. Perché faccia effetto, bisogna  prenderlo per almeno 15 giorni. Combatte febbre e stati  infiammatori acuti. I gargarismi curano con successo le infimmazioni di bocca, gola e faringe.

donna-che-beve-una-tisana-dimagrante.jpg


Mali di stagione: curarli con l’erbolarioultima modifica: 2012-11-11T10:50:10+01:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo