Carne: i rischi per la salute che derivano dall’abuso

Mangiare carne non è certamente sconsigliato, ma attenzione alle quantità, anche in considerazione dell’età, dello stile di vita, dal quadro clinico personale (pressione, colesterolo, azotemia). In generale, per una persona sana e adulta, il consumo medio  può essere di 130 grammi (donna) o 150 (uomo) a porzione, da una a tre volte alla settimana (più una volta la carne bianca).

Malattie cardiovasolari

Specie se rossa, la carne contiene grassi saturi e colesterolo che  tendono a depositarsi nelle arterie con il rischio di ostruirle e quindi di favorire l’insorgere di infarti e ictus. Inoltre tutti gli studi dimostrano che un eccessivo apporto di grassi saturi, specie se abbinato a sedentarietà e sovrappeso, favorisce disfunzioni lipidiche e grasso addominale (quello più pericoloso perché ricco di attività endocrine), cause di disturbi cardiocircalotori, ma anche di tumori.

Naturalmente il problema riguarda tutti i cibi ricchi di grassi saturi, come i formaggi stagionati.

 

cibo e benessere,carne,malattie cardiovascolari,tumori


Calcoli renali, gotta e artrosi

L’alto contenuto proteico delle carni può favorire la formazione dei residui che pesano su fegato e reni, e l’elevato numero di cellule con particolari acidi (nucleici), che si trasformano nell’organismo  in acido urico, può essere causa di calcoli renali, gotta e artrosi.

Stati infiammatori  diffusi

Oggi tutti gli animanli di allevamento sono alimentati con granaglie (mais, girasole) e farine di pesce, contenenti dosi elevate  di acidi grassi insaturi  Omea 6. Questi, una volta nell’organismo , si trasformano in acido arachidonico e cambaino la natura stessa delle carni, trasformandole in un alimento  capace di creare uno stato infiammatorio. E la condizione infiammatoria è il primo presupposto  di tutte le malattie cardiovascolari, croniche e degenerative.

Invecchiamento precoce

Proprio le condizioni infiammatorie sono il primo presupposto  non solo delle malattie cardiovascolari, croniche e degenerative, ma anche dell’invecchiamento precoce, compresa la pelle con tutti i danni estetici che ne derivano.

 


Carne: i rischi per la salute che derivano dall’abusoultima modifica: 2012-11-05T09:44:00+01:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo