3 diete per 3 stili di vita

Pesare i cibi, evitare aperitivi & co, tenere a bada la fame.. sono gli ostacoli più odiosi che spesso fanno gettare la spugna.

Ma si possono perdere i chili di troppo senza mettere a dura prova le proprie abitudini?  Si, se si sceglie un regime dietetico che  mira non soltanto a contenere le calorie e a garantire risultati  in tempi brevi, ma che tiene conto di tutte quelle piccole-grandi  difficoltà dettate dal proprio life-style.

Mangi spesso fuori casa?

-Bisogna scegliere un antipasto di verdure crude in pinzimonio: saziano e stimolano la digestione.

– Meglio puntare su una sola portata “forte” (un primo o un secondo): magari il primo a pranzo e il secondo a cena. Ci si può concedere un contorno di verdure e concludere il pasto con una porzione di frutta o un gelato.

-Pane e grissini vengono messi a tavola per ingannare l’attesa delle portate, ma la possono rendere molto più pesante: una porzione di grissini dà la bellezza di 65 kcal. Si può evitare di cedere in tentazione bevendo un bichiere di acqua  che aiuta a riempire lo stomaco.

-Se il piatto è ben condito, evitare di aggiungere altro olio: ricordarsi che un cucchiaino vale 45 kcal.

-Ok ad un bicchiere di vino: con questa dose non si superano le 70 kcal e ci si assicura le proprietà benefiche dei polifenoli (potenti antiossidanti) contenuti.

L’ora dell’happy hour

-Si alle olive e ai sottaceti, no alle patatine e alle noccioline: 10 olive sono pari a 72 kcal, contro le 120 kcal di 2 cucchiai di noccioline.

-Si ai pezzettini di focaccia e no alle sfogliate e tartine a base di gelatine e maionese.

-Evitare gli aperitivi alcolici  che hanno tante calorie, circa 70-150 a bicchiere. Sostituiscili con i cocktail analcolici alla frutta o, meglio, un succo di pompelmo. In alternativa un succo di pomodoro.

-Stare lontane dalle verdure fritte.

Hai sempre fame

La verdura è l’imperativo su cui puntare a pranzo e a cena. Oltre a preparare ricche insalate miste, fare scorta di finocchi, sedano, carote mondati e lavati da consumare sempre come antipasto.

– Se  non si riesce a fare due spuntini o le due merende, mettere in borsa una barretta ai cereali. E per tenere sotto controllo gli attacchi di fame  bere un paio di bicchieri  di acqua e masticare qualche gomma senza zucchero.

I trucchi per non fallire

-È scientificamente provato che davanti  un piatto pieno si tenda a “ripulirlo” anche se non si ha fame. Perciò dimezza le porzioni di pasta e riso: si risparmieranno un sacco di calorie.

-Tutti i vegetali 8(esclusi patate e legumi) sono così poco calorici  che se ne può mangiare a volontà senza porsi il problema di pesarli.

– Come misura si dovrebbero adottare piatti, bicchieri, tazze e cucchiai: sono più comodi della bilancia e ugualmente precisi. Un consiglio: portare in tavola quello che si può contare anziché pesare.

happy-hour-lupus-pub-tursi.jpg


3 diete per 3 stili di vitaultima modifica: 2012-10-04T12:07:59+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo