Il pane: buono e semplice

Il pane è un cibo simbolo dell’alimentazione “made in Italy” insieme alla pasta: nel nostro Paese ne esistono infinite varietà, ognuna con la sua storia. Semplice e antico, eppure insostituibile, ha il vantaggio di fornire carboidrati e, nella sua forma originale, pochissimi grassi. A ragione dunque può entrare, nella giusta quantità, anche nel menù di chi vuole dimagrire. I nutrizionisti lo hanno infatti rivalutato soprattutto se viene affiancato a proteine magre, carne e pesce e alle verdure. Per godersi il pane basta evitare gli eccessi e i piccoli errori.

Bianco o nero? Il pane bianco è ottenuto da farina raffinata, quello “nero” invece da farina integrale, non raffinata. Il pane integrale è meno calorico: 230 calorie per 100 grammi rispetto alle 275 del pane comune. Le fibre del pane nero aiutano inoltre la funzionalità intestinale, purché si accompagni il pane con molta acqua.

Si anche se si è a dieta Spesso chi vuole perdere peso  elimina per prima cosa proprio il pane. In realtà il pane si può mangiare anche se si segue una dieta ipocalorica: è anzi una fonte importante e sana di carboidrati che danno energia. L’importante è moderare le quantità: in una dieta da 1.200 calorie per esempio non si devono superare i 50 grammi di pane a pranzo e a cena, l’equivalente di una rosetta, e non si devono consumare nello stesso pasto altri carboidrati come pasta e riso.

 

cibo e benessere,pane,dieta,dieta sana,carboidrati


Tanti tipi, caratteristiche diverse Attenzione al pane “condito”: saporito e delicato è molto più morbido del pane comune percché l’impasto viene arricchito con l’olio, lo strutto, il latte: tutti grassi che ne accrescono il contenuto calorico. Proprio il fatto di essere molto piacevole e friabile in bocca spinge, poi, a mangiarne di più. Anche il pane azzimo e il carasau, bassi e sottili perché poco lievitati, hanno più calorie del pane comune perché, a parità di peso, contengono meno acqua. Il pane tostato, che spesso si consiglia perchè valorizza il sapore dei cibi dolci e salati, dalla marmellata ai pomodorini, non va tenuta sulla fiamma e per più di un minuto: deve essere appena dorato perché le parti annerite, carbonizzate, possono essere nocive.

Il pane senza sale della Toscana Il pane contiene una discreta quantità di sodio per questo, se si soffre di ipertensione, si può scegliere il pane toscano, senza sale. Rustico con mollica porosa e crosta dura questo pane “regionale” si trova ormai facilmente ovunque, nei panifici e nei supermercati.

 



Il pane: buono e sempliceultima modifica: 2012-09-28T10:21:00+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo