La frutta secca: energia che fa bene

Oltre la metà del suo contenuto  è formato da grassi e per questo tutta la frutta secca ha un alto valore calorico. Si tratta però di grassi sani, principalmente  acidi grassi insaturi: monoinsaturi come l’acido oleico e polinsaturi (Omega 3 e Omega6). Per questo motivo la frutta secca viene spesso raccomandata  all’interno di una dieta bilanciata ed equilibrata, ma moderandone la quantità.

Bisogna aggiungerla alla nostra alimentazione  per sostituire in parte  i grassi saturi come il burro, i formaggi, gli insaccati e la pasticceria. Consumarne abitualmente riduce il colesterolo totale e l’LDL (quello cattivo). Contiene inoltre sostanze antiossidanti e fitosteroli.

I fitosteroli sono composti che aiutano a ridurre l’assorbmento del colesterolo e la loro efficacia è maggiore quando si trovano insieme agli oli essenziali, come appunto nel caso della frutta secca.

L’azione antiossidante è dovuta al suo contenuto di vitamina E e di minerali come selenio e zinco. La frutta secca apporta anche antiossidanti come flavonoidi o composti fenolici che aiutano a ritardare l’invecchiamento cellulare.

La frutta secca è una buona fonte di proteine di qualità. L’ideale per approfittarne al meglio è abbinare la frutta secca a legumi, cereali, latticini. Sarebbe meglio mangiarla a colazione perché è una fonte di energia istantanea che aiuta ad affrontare la giornata. È anche uno spuntino perfetto a metà mattina, dopo una camminata o un’attività sportiva.

dry fruits.jpg


La frutta secca: energia che fa beneultima modifica: 2012-09-25T12:28:29+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo