Il primo scudo per le difese immunitarie è a tavola

Vuoi rafforzare le difese immunitarie? Mangia spaghetti aglio, olio e peperoncino e bevi un po’ di vino rosso. Per avere un sistema immunitario più forte devi prestare attenzione a quello che metti nel piatto. Si perché è importante quello che mangi, ma non devi per forza rassegnarti a brodini, purè e pappine.

Yogurt, ma solo bianco I fermenti lattici migliorano la flora intestinale, attivando le difese immunitarie che si trovano nell’intestino. Per ottenere benefici, però è opportuno scegliere lo yogurt bianco intero. Gli altri yogurt potrebbero infatti contenere  zucchero,  coloranti e conservanti che non sempre fanno bene all’intestino. L’ideale sarebbe fare lo yogurt da sole in casa, partendo dal latte e dai fermenti lattici ad hoc che si possono acquistare in farmacia o nei negozi di prodotti naturali.

Il pieno di vitamina C La vitamina C velocizza alcune reazioni chimiche che hanno a che fare con il sistema immunitario, rendendo più rapida la reazione delle difese se incontrano virus o batteri stagionali.

Carne e uova Dopo anni di accuse contro questi alimenti si può tirare un respiro di sollievo: carne e uova sono l’ideale per prevenire i malanni di stagione. Naturalmente non bisogna abusarne, soprattutto se si ha qualche problema di colesterolo alto, ma occorre sapere che due uova a settimana e una porzione di carne 4 volte la settimana vengono consigliate dai medici per fornire  sostanze importanti a mantenere vigili le difese immunitarie. Questi alimenti contengono infatti colesterolo, un grasso che nelle giuste quantità  serve all’organismo.

Anche un po’ di vino  Anche il vino rosso può dare una mano per rafforzare le difese per il suo contenuto in ferro e sostanze antiossidanti e a mantenere l’organismo in salute. Un bicchiere a pasto può servirti a stare meglio, ma non bisogna superare queste dosi perché l’alcool in eccesso puo invece fare male all’organismo.

Funzionano benissimo, per la difesa delle funzioni immunitarie, anche le noci e le mandorle. Si possono mangiare 2 noci o 5 mandorle al giorno, per esempio a colazione o per insaporire la macedonia, a fine pasto o come spuntino a merenda. Bisogna tenere conto, tra l’altro, che la frutta secca contiene acidi grassi buoni che ti aiutano a tenere pulite le arterie, ovviamente non bisogna esagerare con le quantità perché questi frutti sono molto calorici.  Tra i semi si può scegliere il sesamo (che contiene gli oli essenziali capaci di rafforzare l’organismo) o i semi di zucca, ricchi di zinco, un minerale che aiuta a stimolare le difese.

Spaghetti aglio, olio e peperoncino Il peperoncino contiene vitamina C mentre l’aglio esercita un’azione antivirale e antibatterica. L’olio contiene antiossidanti e veicola vitamine importanti come la E. La cipolla ha proprietà antibatteriche e antivirali, che si possono sfruttare preparando un soffritto scaldato a fuoco lento per insporire carne e sughi mettendo un po’ di cipolla nell’insalata o, ancora, preparando una frittata con la cipolla.

difese-immunitarie.jpg


Il primo scudo per le difese immunitarie è a tavolaultima modifica: 2012-09-24T12:33:49+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo