Smoothies: dissetanti e con poche calorie

Gli smoothies sono facilissimi da preparare: bastano un frullatore e prodotti di qualità. Fanno bene e aiutano a mantenersi in forma.

Gli smoothies aiutano molto facilmente a raggiungere le cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura raccomandate dai nurizionisti, sono l’ideale come spuntino di metà mattina e come merenda pomeridiana. È meglio bere unosmoothie  che che una lattina di bibita gassata.

Per preparare uno smoothie di sola frutta, bisogna scegliere quella ben matura, così si può evitare di aggiungere dolcificanti.  È  bene anche utilizzare quella fresca di stagione, per provare sempre nuovi sapori. Si possono aggiungere anche ortaggi e verdure: il mix di melone, kiwi, spinaci e carote è considerato un elisir per l’abbronzatura dorata e uniforme. Mirtilli, lamponi, cocomero e mela lo rendono una bevanda antiossidante; yogurt, mandorle e banane uno spezzafame ricco, nutriente ed energetico.

 

cibo e benessere,smoothie,frutta,verdura


Comunque gli smoothies non possono sostituire completamente neppure la frutta fresca, specie se non sono preparati in casa, ma acquistati (sia come “freschi”, sia come “a lunga conservazione”). Infatti nei prodotti industriali non si trova la ricchezza di vitamine che c’è in uno smoothie preparato al momento, con frutta fresca.

Per preparare uno smoothie la quantità di frutta per persona dovrebbe essere intorno ai 150 grammi. Bisogna usare solo frutta e ghiaccio tritato per una bevanda fresca e sana. Ma si possono usare anche frozen yogurt, latte vaccino o di soia, zucchero o miele.

 


Smoothies: dissetanti e con poche calorieultima modifica: 2012-08-02T11:09:00+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo