Il succo di pomodoro: snellente e anti-age

Il succo di pomodoro, molto usato nel Nord America e nei Paesi anglosassoni, è ancora poco consumato in Italia,viene infatti utilizzato solo al momento dell’aperitivo o relegato al solo uso culinario.

In realtà è un concentrato di carotenoidi, selenio, fosforo, zinco e acidi organici. Quando sono liberati dalle bucce e dalla cellulosa i pomodori perdono nella preparazione  parte della vitamina C, ma concentrano gli antiossidanti e i sali minerali. Il succo è quindi un vero e proprio rimedio terapeutico. Il consiglio è di berne dai 100 ai 300 ml al giorno.

Un bicchiere due volte al giorno come spuntino favorisce la diuresi, disintossica, tiene alta l’attività metabolica ed è quindi molto utile per chi è a dieta.

 

cibo e benessere,pomodoro,succo di pomodoro


Introdurre il succo di pomodoro nella propria alimentazione è utile anche  a chi soffre di pelle sensibile, disidratata o tendente alla couperose. Svolge infatti un’azione idratante del derma e rafforza le difese immunitarie.

Per contrastare la sindrome premestruale: anche in questo caso il consiglio è di berne 1-2 biccheri nella settimana precedente la comparsa del flusso. Selenio, betacarotene, potassio e acidi organici del succo di pomodoro migliorano la performance delle endorfine, che vengono prodotte dal nostro organismo per contrastare il dolore.

 


Il succo di pomodoro: snellente e anti-ageultima modifica: 2012-07-04T10:37:00+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo