Le essenze anti-fame

Si sta sempre più imponendo l’uso di essenze e aromi intensi per gratificare il palato e saziare la mente, rivelandosi piacevoli alleati della silhouette.

Se a predominare è l’ansia di non riuscire dimagrire, via libera alla cannella e all’arancio dolce. Un rimedio valido per tutti è l’odore della menta, che placa la fame nervosa.

La vaniglia, invece, è ideale per superare i momenti più critici che una dieta ipocalorica può provocare: il suo profumo avvolgente e goloso ridurrebbe il desiderio di dolci, cioccolato e bibite gassate. Stimola la produzione di serotonina, l’ormone della tranquillità, donando sensazioni simili a quelle indotte dal consumo di cibi dolci.

Il gelsomino è un euforizzante e stimola l’ippotalamo a produrre l’encefalina, una sostanza che inibisce il dolore e procura uno stato di benessere e felicità.

Per sfruttare  al meglio gli odori che sono sprigionati da queste spezie, il consiglio è quello di utilizzarle direttamente, e non di ricorrere alle essenze.

Via libera all’uso di foglie di menta, bucce grattugiate di arance, limoni, bergamotti, al gelsomino, alle bacche di vaniglia e alla corteccia di cannella.

vaniglia.jpg


Le essenze anti-fameultima modifica: 2012-05-28T11:01:42+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo