Pasta: i dettagli ci dicono se è buona

I primi importanti indizi per riconoscere una pasta di qualità sono scritti sull’etichetta della confezione: la pasta di grano duro deve contenere una quantità di proteine (da 12 a 14 grammi per 100 grammi di pasta) sufficiente a contrastare la fuoriuscita dell’amido. L’etichetta inoltre fornisce informazioni sulla lavorazione dell’impasto e sulla trafilatura.

La pasta cruda deve essere di colore dorato come il grano e durante la cottura l’acqua deve conservare una certa limpidezza.

La pasta migliore, dopo che è  stata scolata, deve mantenere il formato originale e non si deve rompere.

La prova fondamentale rimane comunque l’assaggio: se la pasta è al dente, trattiene il sugo e ci piace, vuol dire che è di buona qualità.

spaghetti con pentola.jpg


Pasta: i dettagli ci dicono se è buonaultima modifica: 2012-05-21T12:09:44+02:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo