La dieta del rientro

     Smaltire un paio di chili e consolidare i risultati ottenuti durante l’estate: il fisico più tonico,  grazie al nuoto  e alle passeggiate, l’incarnato “sano” per le ore all’aria  trascorse all’aperto e, infine,  tanta energia  e buonumore. Sono i propositi che,  terminate le ferie,  accompagnano  ogni rientro in città. Poi, però,  con la ripresa  della routine affiorano anche sbalzi d’umore  e fame nervosa e si finisce con il riprendere tante cattive abitudini. Sono i classici sintomi dello stress da rientro.

images (1).jpg


Una condizione psicofisica che, oltre a vanificare i benefici delle vacanze, favorisce il sovrappeso.  Che fare, allora? Agire subito, seguendo una dieta mirata che snellisca la figura e, soprattutto, che mantenga alti l’umore e la vitalità.   

La dieta deve puntare su alimenti amici del sistema nervoso: ricchi di vitamina C e del complesso  B, calcio, magnesio, zinco, selenio,  triptofano e omega 3. Questi cibi contrastano la fame nervosa e rafforzano le difese dell’organismo, aumentando la resistenza psicofisica allo stress. Il risultato è una dieta  adatta a tutti,  in particolare a chi ha difficoltà a seguire schemi molto rigidi e a chi, nonostante qualche rinuncia, non riesce a smaltire gli ultimi chili di troppo.

La dieta del rientroultima modifica: 2013-08-25T10:34:36+00:00da villeri77
Reposta per primo quest’articolo